Adeguamento privacy GDPR

UTILIZZO DEI COOKIE IN QUESTO SITO

Un cookie è un piccolo testo che un server web invia durante la navigazione al browser, e che viene poi memorizzato come un file nel computer dell’utente. Il suo scopo principale è quello di agevolare gli accessi successivi, ad esempio consentendo di personalizzare il modo con cui viene utilizzato il sito. Nel nostro caso specifico, i cookies sono cosidetti “cookies tecnici” e vengono usati solo per permetterti di non dover reinserire ad ogni tua visita a questo spazio le tue credenziali, e per consentire un accesso protetto ai tuoi dati durante ogni singola sessione. Nessuna dato viene comunicato a terzi.

INFORMATIVA SULLA PRIVACY

In questa pagina potete trovare informazioni relative alle modalità di gestione del sito web http://www.mc-data.it (di seguito Sito) con riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. La presente informativa viene fornita ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE n. 2016/679 (di seguito “GDPR 2016/679”) esclusivamente per il presente sito web e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall’utente tramite link disponibili sul sito stesso. I testi, le informazioni, gli altri dati pubblicati o accessibili tramite form in questo sito hanno esclusivamente scopo informativo e non rivestono carattere di ufficialità, salvo ove diversamente disposto ai sensi della vigente normativa.

TITOLARE DEL TRATTAMENTO

La consultazione del sito può comportare il trattamento di dati relativi ad utenti identificati o identificabili. Il Titolare del trattamento è la MCData di Massimo Cafasso, con sede in via A. Massena, 59, 10128 Torino (di seguito MCData).

LUOGO DI TRATTAMENTO DEI DATI
I trattamenti derivanti da questo sito hanno luogo presso la sede del Titolare e sono curati solo da personale incaricato del trattamento. Nessun dato derivante dal sito viene comunicato o diffuso.

TIPI DI DATI TRATTATI E FINALITÀ DEL RELATIVO TRATTAMENTO
Dati di navigazione
Durante la navigazione sul presente Sito i sistemi informatici e le procedure software che presiedono al funzionamento del sito stesso raccolgono alcuni dati la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione Internet. Esempi di questa tipologia di dati sono gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si collegano al sito, gli indirizzi URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l’orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico che indica la risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altre informazioni relative al sistema operativo e all’ambiente informatico dell’utente. I dati di cui sopra, pur non essendo di per sé riconducibili ad utenti identificati, permettono di identificare gli utenti a cui si riferiscono attraverso rielaborazioni con dati in possesso di terzi ( polizia, provider …). Essi possono tuttavia essere utilizzati da MCData al solo fine di elaborare statistiche anonime sulla consultazione del sito e di controllare il corretto funzionamento di quest’ultimo. Tali dati possono inoltre essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del sito.

Dati forniti volontariamente dall’utente
La raccolta di dati personali degli utenti/clienti può avvenire in maniera volontaria, attraverso l’invio di posta elettronica agli indirizzi riportati o attraverso la compilazione e invio dei moduli elettronici presenti sullo stesso da parte degli utenti. L’invio di posta elettronica comporta da parte del Titolare del trattamento dei dati., la raccolta dell’indirizzo e-mail del mittente, necessario per rispondere alla richiesta, nonché degli eventuali altri dati personali contenuti nella comunicazione. I dati personali raccolti attraverso questa modalità verranno utilizzati al solo fine di rispondere al messaggio di posta elettronica ricevuto e per eventuali successive comunicazioni correlate. La spedizione di moduli elettronici per richieste di informazioni comporta la raccolta da parte di MCData di dati personali inseriti nel modulo stesso. I dati personali raccolti attraverso questa modalità verranno utilizzati al solo fine di dare riscontro alla richiesta di informazioni o di contatto ricevuta e per eventuali successive comunicazioni correlate.

MODALITÀ DEL TRATTAMENTO E CONSERVAZIONE

I dati personali sono trattati con strumenti manuali ed automatizzati nel rispetto di quanto indicato nell’art. 32 GDPR 2016/679 per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti. Specifiche misure di sicurezza sono adottate per prevenire la perdita dei dati, l’uso illecito o non corretto e l’accesso non autorizzato agli stessi.

AMBITO DI DIFFUSIONE E COMUNICAZIONE

Informiamo inoltre che i dati raccolti sul presente Sito non saranno mai diffusi e non saranno oggetto di comunicazione a terzi senza Vostro esplicito consenso, salvo per doveri relativi alla pubblica sicurezza.

TRASFERIMENTO DEI DATI PERSONALI

I dati raccolti sul Sito non saranno in alcun modo trasferiti né all’interno della Comunità Europea, né verso Paesi Terzi.

DIRITTI DEGLI INTERESSATI

Ai sensi degli art. 15 e 22 del GDPR 2016/679, gli utenti, in qualità di interessati del trattamento, cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento, rivolgendosi al Titolare del Trattamento,  di ottenere la conferma dell’esistenza o meno dei medesimi dati e di conoscerne la tipologia di dato, le finalità, il contenuto e l’origine, anche per verificarne l’esattezza o chiederne l’integrazione o l’aggiornamento. Ai sensi dei medesimi articoli gli utenti hanno inoltre il diritto di opporsi al trattamento del dato che li riguarda, di chiederne la cancellazione, la rettifica, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, e di esercitare il diritto alla portabilità, di la revocarne il consenso, nonché di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento e di porre reclamo all’autorità competente. Le richieste vanno inviate a: MCData di MAssimo Cafasso, via A. Massena 59, 10128, Torino (TO).

GDPR – are you ready?

Tutti sanno che a partire dal 25 maggio 2018 entrerà definitivamente in vigore il famigerato GDPR, il Regolamento Europeo in materia di Privacy e protezione dei dati personali.

Quello che, probabilmente, non tutti sanno è che, contemporaneamente sarà abrogato il precedente Decreto legislativo n° 196 del 2003 (D.Lgs 196/03), che per 15 anni ha egregiamente regolamentato la materia della protezione dei dati.

Naturalmente non sarà tutto completamente stravolto. Naturalmente chi è già in regola con il D.Lgs 196/03 dovrà predisporsi in modo da essere compliance al regolamento Europeo in tempi ragionevoli. Naturalmente il mancato adeguamento potrà comportare sanzioni anche molto onerose (fino al 4% del fatturato Consolidato Annuo o 20 Milioni di €). Ma la scelta di essere “comliance” non deve essere dettata soltanto dalla, pur comprensibilissima, paura della sanzione, rappresenta una scelta di competitività sul mercato.

Garantire la comliance ai propri clienti significa porsi in una condizione di vantaggio rispetto ai propri competitor che non garantiscono la medesia qualità e attenzione nel trattamento dei dati personali. Questo, a maggior ragione, per chi ‘maneggia’ (o tratta) dati sensibili – orientamento sessuale, orientamento politico, stato di salute ecc. –

Per questa ragione, prima che per le sanzioni, noi ci stiamo adeguando.

e Voi?

A presto sul nostro portale

www.mc-data.it

 

 

Attivazione Server WSUS su Windows Server 2012 R2 – aggiornamento automatico di Windows

Ad imperitura memoria voglio di seguito riportare i passaggi basilari per attivare il servizio di WSUS su Server Windows 2012 R2

Inizio da un semplice riassunto sintetico dei passaggi:

  • Se si è dubbiosi sul Server che andrà a gestire WSUS sappiate che WSUS si appoggia ad un database interno di Microsoft (se non diversamente predisposto). Questo comporta un carico elevato sull’attività della CPU:; scegliete, quindi, un server poco carico.
  • Per gestire le policy di aggiornamento centralmente è opportuno che il Server destinato ad ospitare WSUS sia inserito in dominio, magari meglio se non DC.
  • Il Server scelto dovrebbe avere un IP statico e deve aver configurato il firewall in modo da accettare le chiamate sulle porte destinate al servizio WSUS (di default la porta 8530).
  • Prima di iniziare la procedura, che è il classico ‘wizard’ , è opportuno aggiornare Windows e controllare, così, di poter raggiungere i Server Update di Microsoft.
  • Avviare la procedura guidata iniziando dall’installazione del ruolo di Windows Update
  • Sincronizzare il Server con Windows Update.
  • Configurare le Policy di dominio.

Di seguito i passaggi necessari.

1) Sul server selezionato avviare il server manager e dal dash board selezionare in alto a destra la voce GESTIONE > “aggiungi ruoli e funzionalità”.

Selezionare avanti in “operazioni preliminari” e ancora avanti su “installazione basata su ruoli o basata su funzionalità”. Selezionare il Server dall’elenco dei Server, e scegliere avanti.

a questo punto, nell’elenco dei “ruoli server”, selezionare “Windows Server Update Services”.

Seguire tutte le istruzioni del Wizard fino alla scelta dei servizi, dove, insieme a Servizi WSUS bisogna selezionare anche WID DATABASE. il resto è NEXT NEXT NEXT fino all’installazione del servizio.

Fare bene attenzione a dove verranno archiviati gli aggiornamenti: gli aggiornamenti centralizzati occupano spazio disco e, in base al numero dei PC sincronizzati, il numero dei pacchetti selezionati per l’update e le lingue, lo spazio disco necessario può aumentare notevolmente.

2) Installato il Servizio si procede alla configurazione del medesimo. Nulla di complicato, basta selezionare “strumenti” da “server manager ” > “Windows Server Update Services”, e da quel momento una nuova procedura guidata indicherà, col solito wizard, le configurazioni necessarie. Non vi preoccupate se vi sfugge qualcosa, successivamente all’avvio del servizio c’è la possibilità di personalizzare tutte le impostazioni che, durante questa fase, sono state fatte alla cieca.


Non preoccupiamoci dei passaggi successivi che avvengono in wizard mode.
La cosa più importante da sapere è che si possono, e secondo me si devono, configurare le approvazioni automatiche di determinati aggiornamenti, soprattutto gli aggiornamenti critici di sistema, ossia quelle vulnerabilità che mamma Microsoft risolve mano a mano che i sistemi vengono violati (ex-post).

Ultima piccola raccomandazione: attenzione a quanti aggiornamenti abilitiamo e dove li mettiamo fisicamente su server … tanti aggiornamenti tanto spazio; a proposito è utile sapere che per scelta, si può imporre che i client scarichino gli aggiornamenti in autonomia, senza passare dal nostro Server WSUS.
Bye

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'uso dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.Per maggiori informazioni e approfondimenti visitate le nostre Privacy policy

Chiudi